Impermeabilizzazioni di solai e coperture

La maggiore criticità per l’impermeabilizzazione di solai e coperture, è rappresentata dalle importanti escursioni termiche (spesso superiori ai 35°/40°C) che si verificano nel corso della giornata e che – giorno dopo giorno ed anno dopo anno – sottopongono a continue sollecitazioni termomeccaniche gli elementi strutturali, i pannelli coibentanti e le guaine impermeabilizzanti.

Ogni copertura è costituita da diversi strati – strutturali, coibentanti, impermeabilizzanti – realizzati ciascuno con diversi materiali; ed ognuno di essi tende a dilatarsi all’aumentare delle temperatura e per poi tornare alle dimensioni originali quando si raffredda. Un ciclo quotidiano fatto di movimenti piccoli ma apprezzabili, in cui ogni materiale ed ogni strato si dilata e si contrae in base alle proprie peculiari caratteristiche fisico-chimiche. Se tali movimenti reciproci non vengono tenuti nella dovuta considerazione in fase di progettazione, l’impermeabilizzazione soffrirà, giorno dopo giorno, di tensioni continue che finiranno per rompere qualche giunzione, aprendo la via alle infiltrazioni di acqua, con conseguenze facilmente prevedibili

Qualora le guaine impermeabilizzanti risultino esposte direttamente all’esterno senza ulteriore protezione da parte di coppi e/o tegole, è necessario tener conto anche delle sollecitazioni fisiche da agenti atmosferici (esposizione diretta ai raggi solari/ultravioletti e grandine) e scegliere guaine di alta qualità (ovvero con elevata percentuale di resine e/o con superficie granigliata con scaglie di ardesia naturale).

Per questo chi vuole progettare e realizzare a regola d’arte l’impermeabilizzazione di un solaio o di una copertura deve sempre tener conto di tutti gli strati costituenti la struttura, delle escursioni termiche alle quali sarà esposta, dell’eventuale esposizione ad agenti atmosferici e dell’eventuale interazione con altre attività umane: solo così potrà fare le giuste scelte tecniche sui materiali da impiegare e solo così è possibile effettuarne la messa in posa a regola d’arte, garantendone tenuta ed efficacia nel tempo.