Coibentazioni

La coibentazione termo-acustica è un intervento (o meglio: un insieme di interventi) finalizzato ad isolare tra loro zone che si trovano in condizioni ambientali (termiche e/o acustiche) diverse. Tipicamente in edilizia la coibentazione viene impiegata su diverse strutture – pareti, coperti, solai, ecc. – per isolare abitazioni ed ambienti di lavoro dall’ambiente esterno, per incrementare il comfort ambientale, per abbattere le dispersioni termiche e ridurre il consumo energetico.

Per essere eseguiti a regola d’arte, gli interventi di coibentazione termoacustica e di impermeabilizzazione debbono essere concepiti e realizzati in modo competente, esperto e coordinato, tenendo conto di ogni aspetto relativo ad esigenze e materiali impiegati, dei carichi che dovranno essere sostenuti, dei tempi di posa e di presa, delle caratteristiche e delle modificazioni nel tempo dei prodotti impiegati per sottofondi, pannellature e rivestimenti.

Molto spesso, in altri termini, per impermeabilizzare a regola d’arte è necessario anche coibentare a regola d’arte.

Non stupisce quindi che, nel corso di questi 35 anni, le nostre competenze e la nostra esperienza in fatto di coibentazioni siano cresciute di pari passo con quelle relative alle impermeabilizzazioni, fino a trasformarsi in una vera e propria eccellenza aziendale.

Il nostro reparto coibentazioni esegue oggi decine di interventi all’anno, anche indipendentemente da interventi di impermeabilizzazione, realizzando coibentazioni termiche ed isolamenti termoacustici, posando cappotti interni ed esterni, isolando terrazzi, solai, tetti e sottotetti con i materiali ed i prodotti di volta in volta più adatti alle specifiche condizioni di impiego (cappotti e pannelli coibentati e fonoassorbenti in polistirene, poliuretani e polistiroli ad alta densità, lane di vetro e di roccia, lane di legno, ecc.).

Oltre alla progettazione, all’installazione ed alla eventuale impermeabilizzazione (quando necessaria), siamo ovviamente in grado di eseguire anche tutte le finiture di volta in volta più indicate (ev. rete portaintonaco, intonacatura, rasatura, rete-rasatura, pittura, ecc.).

Come ovvio, ai fini della certificazione energetica degli edifici e delle eventuali agevolazioni fiscali, tutti i lavori di coibentazione ed isolamento termico vengono valutati, verificati e documentati da un certificatore energetico termotecnico qualificato.

Coibentazioni termo-acustiche di tamponature, solai e sottotetti

Particolarmente critiche, ai fini dell’impatto termoacustico complessivo e della resa energetica finale di abitazioni, uffici ed edifici, sono le coibentazioni dei solai e dei sottotetti: diversamente da quello che molti credono, infatti, per ottenere risultati ottimali non basta posare una serie di pannelli o versare a terra dei granuli… al contrario, è indispensabile diversificare l’intervento caso per caso, scegliendo i materiali ed i prodotti idonei alle condizioni di utilizzo e posandoli nella giusta sequenza.

Di solito l’intervento inizia con la posa della cosiddetta “barriera-vapore”, una speciale guaina contenente una lamina di alluminio che serve a proteggere gli isolanti veri e propri dalla eventuale formazione di condensa: la posizione della barriera rispetto agli altri strati coibentanti/isolanti dipende dal flusso di calore (deve essere posizionata sempre dalla parte dell’ambiente più caldo). Una volta posata la barriera-vapore, sarà possibile procedere al vero e proprio intervento di coibentazione, posizionando i pannelli isolanti di volta in volta più indicati (cappotti e pannelli coibentati e fonoassorbenti in polistirene, poliuretani e polistiroli ad alta densità, lane di vetro e di roccia, lane di legno, ecc.).

Infine si procede con la posa delle guaine impermeabilizzanti. Anche nel caso delle guaine, forse ancor più che nel caso dei pannelli isolanti, il mercato offre molte soluzioni ed alternative, che si differenziano fra loro non solo per materiali impiegati e tecnologie costruttive della guaina, metodi e tempi di posa, ma soprattutto per performance tecniche, stabilità e durata nel tempo.

Per scegliere il materiale coibentante e la guaina di volta in volta più indicati, non basta conoscere la “qualità commerciale” di un certo prodotto, ma è necessario tenere conto del tipo di impiego, della collocazione, degli altri materiali con i quali dovrà affrontarsi, dell’umidità e degli stress termici che dovrà sostenere anno dopo anno, stagione dopo stagione.

Scegliere il prodotto migliore e posarlo nel modo più indicato per le vostre specifiche esigenze, quindi, richiede una notevole conoscenza tecnica, una grande esperienza, e tanta voglia di fare ancora le cose per bene… come una volta!

Sei interessato a questo argomento?

Contattaci!